Uscire fuori

Orizzonti

Uscire fuori
da un lungo isolamento
e sentire la pressione
fra la terra e il cielo

e poi guardarsi intorno
come per la prima volta
e scoprire che non c’è nessun motivo
per vedersi da lontano

parlare con un altro sconosciuto
proiettare nei suoi occhi le risposte
e trovare le risposte che non hai
e ridere di gioia e di malinconia
e poi andare via.

E poi andare via
soli
in un’altra direzione
legati ancora per un tratto da una scia di commozione

andare via
da sempre
e chissà se sarà vero
che ritornerai
se ritornerai.

Uscire fuori
Uscire fuori

Uscire fuori
riprovare reinventarsi
e contenere i brividi
tra la gente che non va

uscire fuori
di pomeriggio per le strade vuote
o fra le luci della notte
di un’unica possibile realtà.

Uscire fuori
uscire fuori
uscire fuori
da un’unica possibile realtà.

Uscire fuori
uscire fuori
uscire fuori
da un’unica possibile realtà.

(Testo e musica di Riccardo Senigallia, 2006)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Parole, testi, canzoni, poesie...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...